L’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Pierfrancesco Sacco, in visita all’Istria e alla CNI. In evidenza

È stata una visita graditissima quella compiuta il 22 e il 23 marzo 2021 in Istria dall’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Pierfrancesco Sacco e dal Console Generale d’Italia in Fiume, Davide Bradanini.

Ad Albona e Pisino, il 22 marzo 2021, hanno espresso l’apprezzamento per la cura che la Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” di Albona e la Comunità degli Italiani di Pisino dedicano alla cultura, all’identità e alla lingua italiano. L’invito a proseguire nel grande lavoro che si è fatto e che si sta facendo, con la sollecitazione ad innovare, con particolare attenzione ai giovani, all’imprenditorialità e al rafforzamento dei legami italo-croato, sono parte dell’impegno quotidiano dell’Unione Italiana.

https://lavoce.hr/attualita/rapporti-piu-stretti-con-lapporto-cni

https://lavoce.hr/attualita/le-ci-tengono-vivo-il-senso-dappartenenza-video

Le prospettive future partendo dalle potenzialità della realtà della Comunità Nazionale Italiana: è questo il messaggio dell’incontro tenutosi a Cittanova, il 23 marzo 2021, seconda tappa della missione in Istria dell’Ambasciatore d’Italia in Croazia, S.E. Pierfrancesco Sacco del Console Generale d’Italia in Fiume, Dott. Davide Bradanini. A Cittanova, presso la sede della locale Comunita degli Italiani, hanno incontrato il Sindaco, Anteo Miloš, i vertici del locale sodalizio e dell’Unione Italiana. Hanno fatto quindi visita all’Asilo e alla Scuola Elementare Italiana di Cittanova dove sono stati presentati i progetti di ampliamento dell’Istituto Prescolare e quello relativi alla costruzione del nuovo edificio che ospiterà la Scuola Elementare Italiana.

Le consolidate iniziative per il mantenimento della lingua, della cultura e della lingua italiana sono state presentate dalla Presidente della CI di Cittanova, Paola Legović Hrobat e dal Presidente dell’Esecutivo, Glauco Bevilacqua, che hanno voluto illustrare le attività innovative nei settori artistico e economico, ponendo l’accento all’enogastronomia. Attività che i graditi ospiti hanno particolarmente apprezzato sottolineando l’importanza della loro adeguata valorizzazione e conoscenza in Italia.

https://lavoce.hr/attualita/cittanova-girasole-asilo-che-cresce-grazie-alla-generosita-italiana

Si è conclusa, infine, con un messaggio chiaro e pieno di prospettive future la visita in Istria dell’Ambasciatore, Pierfrancesco Sacco e del Console Generale, Davide Bradanini, a cui va tutta la nostra gratitudine per il costante sostegno alla CNI.

Martedì sera, 23 marzo 2021, a Buie, è terminata la missione dell’Ambasciatore d’Italia in Croazia, S.E. Pierfrancesco Sacco e del Console Generale d’Italia in Fiume, Dott. Davide Bradanini. Nella “sentinella dell’Istria” hanno incontrato il Sindaco e il Presidente del Consiglio della Città, Fabrizio Vižinitn, rispetivamente Rino Dunis, la Vicesindaca, Arianna Brajko Gal, la Vicesindaca per la Comunità Nazionale Italiana, Jessica Acquavita, il Vicepresidente del Consiglio per la Comunità Nazionale Italiana di Buie, Corrado Dussich, la Direttrice dell’Università Popolare Aperta di Buie, Rosanna Bubola, i Presidenti delle Comunità degli Italiani di Buie, Franco Bonetti, di Momiano, Arianna Brajko Gal, di Castelvenere, Tamara Tomasich e di Crassiza, Mate Mekiš, la Direttrice dell’Asilo Italiano “Fregola”, Francesca Deklić, la Direttrice della Scuola Elementare “Edmondo De Amicis” di Buie, Katia Šterle, la Preside della Scuola Media Superiore Italiana “Leonardo Da Vinci” di Buie, Irena Penko e la Vicepresidente della Regione Istriana e Viceconsole onorario italiano di Buie, Giuseppina Rajko.

Nella parte finale della visita in primo piano è stato l’investimento in corso per la ricostruzione dell’edificio della Scuola Media Superiore Italiana “Leonardo Da Vinci” di Buie, grazie al concorso dei fondi dello Stato italiano, su indicazione dell’Unione Italiana, della Croazia e della Regione Istriana. Grande attenzione è stata anche riservata alle molteplici, qualificate e diversificate attività delle Comunità degli Italiani e all’importante ruolo che la CNI svolge a livello locale. Durante gli incontri è chiaramente emerso, inoltre, l’orgoglio identitario di essere italiani, l’attaccamento profondo alle proprie radici, la volontà di intraprendere nuove innovative strade e il forte legame con l’Unione Italiana.

L’Ambasciatore, Pierfrancesco Sacco e il Console Generale, Davide Bradanini, hanno colto l’occasione per fare il punto dei risultati della visita, sottolineando come sono confermate le ragioni del sostegno italiano alla CNI e dello sforzo ulteriore per rendere ancora più chiaro in Italia e in Croazia quanto sia importante il potenziale rappresentato dalla Comunità in Croazia e in Slovenia.

Per farlo è necessario sottolinearne il valore anche attraverso il rilancio economico e imprenditoriale della CNI. In questo contesto è fondamentale il ruolo dei connazionali nelle amministrazioni locali e regionali con funzioni di primo piano. Il futuro è delle nuove generazioni, nel legame con la tradizione, pensando alla realtà della CNI in maniera innovativa.

https://lavoce.hr/uncategorized/buie-il-futuro-raccontato-dalle-imprese-e-dai-tanti-giovani

https://www.rtvslo.si/capodistria/radio-capodistria/notizie/comunita-nazionale-italiana/l-esigenza-di-una-mentalita-piu-nuova/574099

 
 

 

Sì, accetto i cookie per avere la migliore esperienza possibile su questo sito web.