APPELLO ALLA CESSAZIONE DELLE OSTILITÀ IN UCRAINA In evidenza

APPELLO ALLA CESSAZIONE DELLE OSTILITÀ IN UCRAINA

La Comunità Nazionale Italiana della Croazia e della Slovenia, nel condannare l’invasione russa dell’Ucraina, esprime solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite dagli eventi bellici ed esterna profonda preoccupazione per quanto sta accadendo alle porte dell’Europa.

Noi siamo memori delle tragiche vicende belliche, dei drammi e delle violenze causate dai totalitarismi, dai nazionalismi e dalle ideologie che hanno insanguinata le nostre terre durante tutto il ‘900 e, purtroppo, anche sul finire del Secolo scorso, quando Slovenia, e soprattuto, Croazia hanno pagato un conto salatissimo per aver voluto intraprendere la strada della democrazia, della libertà e dell’Europa unita, scelta che condividemmo con entusiasmo perché intravvedevamo all’orizzonte il giusto contesto politico, istituzionale, culturale ed economico per costruire opportunità di affermazione e crescita della nostra Comunità. Si tratta di valori irrinunciabili che nessuno ha il diritto di negare alle nazioni e ai popoli che intendono perseguirli.

L’invito che rivolgiamo alle diplomazie croata, slovena e italiana è quello di adoperarsi a tutti i livelli affinché cessino immediatamente le ostilità, le truppe russe lascino l’Ucraina e si avvii un dialogo tra tutti gli attori internazionali per ristabilire quanto prima la pace. Il nostro auspicio è che Slovenia, Croazia e Italia, proprio grazie al prestigio internazionale di cui godono, possano svolgere un ruolo importante nella individuazione di una soluzione negoziata alla drammatica crisi e alle violenze che stanno accadendo alle nostre porte.

 
 

 

Sì, accetto i cookie per avere la migliore esperienza possibile su questo sito web.