Unitarietà della Comunità Nazionale Italiana: una questione chiara e limpida. In evidenza

Si è tenuta a Capodistria, il 30 novembre 2022, la II Sessione ordinaria dell’Assemblea dell’Unione Italiana.

Oltre agli importati argomenti trattati, ritorna al centro della nostra massima assise il tema dell’unitarietà della Comunità Nazionale Italiana e il ruolo rappresentativo dell’Unione Italiana.

Per me la questione è estremamente chiara ed è stata cementata con il “Memorandum d’Intesa tra Croazia, Italia e Slovenia sulla tutela della minoranza italiana in Croazia e Slovenia” del 15 gennaio 1992 (siglato dall’Italia e dalla Croazia, mentre la Slovenia, per mano dell’allora Ministro degli Affari Esteri, assicurò che lo avrebbe rispettato ed applicato come se lo avesse firmato – cosa che ha fatto e sta facendo tuttora), con il “Trattato tra la Repubblica Italiana e la Repubblica di Croazia concernente i diritti minoritari” del 5 novembre 1996 e con la registrazione dell’Unione  Italiana in Slovenia, il 19 agosto 1998.

Ma non tutti la pensano così. Alcuni esponenti politici della CNI in Slovenia rivendicano, invece, l’interlocuzione diretta della CNI della Slovenia con l’Italia.

 http://mauriziotremul.eu/index.php/it/eventi/item/270-unitarieta-della-cni-un-valore-da-preservare

I servizi di RTV Capodistria:

https://www.rtvslo.si/capodistria/radio-capodistria/notizie/comunita-nazionale-italiana/assemblea-ui-velocizzare-le-pratiche-per-i-contributi-italiani/649495

https://www.rtvslo.si/capodistria/radio-capodistria/notizie/comunita-nazionale-italiana/assemblea-ui-a-capodistria-schengen-rafforzera-l-unitarieta/649380

Il servizio de “La Voce del Popolo”:

https://lavoce.hr/uncategorized/assemblea-ui-ribadito-il-valore-dellunitarieta

 
 

 

Sì, accetto i cookie per avere la migliore esperienza possibile su questo sito web.